Canone Rai Radio – TV Speciali per le Pro Loco Anno 2020

La normativa vigente prevede che sono pure sottoposti a Canone Rai tutti gli apparecchi atti od adattabili alla ricezione delle trasmissioni radiotelevisive indipendentemente dalla qualità o dalla quantità del relativo utilizzo (legge 388/1999).

Avendo molte nostre Pro Loco nelle loro sedi apparecchi televisivi o personal computer utilizzati come televisori, è quindi dovuto alla Rai il pagamento del canone “Rai-TV Speciali- Categoria E”.

Per meglio chiarire il tutto, Vi comunico quanto precisato dal MISE (Ministero della Sviluppo Economico) con la nota del 22 febbraio 2012 che specifica quali sono gli “apparecchi atti o adattabili alla ricezione delle radioaudizioni” ai fini dell’applicazione del Canone RAI Speciale.

Nel dettaglio, gli apparecchi che danno origine all’imposta e quindi l’obbligo di pagare annualmente il Canone RAI Speciale sono quelli dotati di sintonizzatore per la ricezione del segnale, satellitare e terrestre, di radiodiffusione da parte di un’antenna radiotelevisiva.

Pertanto sulla base della tabella fissata dal Ministero, gli apparecchi atti o adattabili alla ricezione, e per i quali si deve pagare il Canone RAI Speciale sono:

  • Apparecchi atti alla ricezione della radiodiffusione: televisori fissi, portatili e mobili, radio fissi, portatili o mobili, riproduttori multimediali come ad esempio i lettori MP3 con radio integrata, cellulari con ricevitore radio tv integrata come ad esempio i cellulari DVB-H (Digital Video Broadcasting-Handheld) standard del consorzio europeo.
  • Apparecchi adattabili: videoregistratori dotati di sintonizzatore TV, chiavette USB con sintonizzatore TV, scheda PC con sintonizzatore, decoder Tv digitale terrestre, ricevitore radio TV satellitare digitale terrestre, riproduttore multimediale dotato di ricevitore radio TV senza trasduttori.
  • Apparecchi non atti o non adattabili per i quali il canone RAI non è dovuto e sui quali quindi non si paga l’abbonamento sono: PC senza sintonizzatore TV, monitor PC, casse acustiche, videocitofoni, smartphone senza TV. Pertanto, sui personal computer e smartphone, anche se collegati ad internet, se non utilizzano il segnale terrestre o satellitare, sono esclusi dal pagamento del Canone TV.

Detto canone per l’anno 2020 è di € 203,70 di cui € 7,83 di IVA (invariato ormai dall’anno 2014).

Il Canone RAI si paga con bollettino postale sul c/c postale 2105 inviato dalla RAI o, in mancanza, richiesto alla sede regionale della RAI competente per territorio, oppure con domiciliazione bancaria solo per i pagamenti in un’unica soluzione e previa richiesta ed invio degli appositi moduli RAI.

Il mancato, tardivo od insufficiente pagamento del canone RAI Speciale, comporta per il titolare dell’abbonamento il pagamento del canone omesso più gli interessi legali, più le spese per l’eventuale riscossione da parte dell’Amministrazione Finanziaria.

Coloro che cedono gli apparecchi TV o l’attività, sono tenuti a dare disdetta del Canone RAI Speciale tramite raccomandata A/R, da spedire alla sede regionale RAI competente per territorio.

Concludo, tornando ancora e volentieri sull’argomento RAI Canone TV Speciali”, per precisare che:

  • Non verrà mai chiesto il pagamento del Canone Speciale RAI se non ci sono le precise condizioni comunicate.
  • Questo Canone Speciale RAI non si paga con la bolletta dell’energia elettrica come per tutti i normali abbonamenti RAI 2020, ma con un versamento ad hoc su C.C. Postale.
  • Non necessita nessuna comunicazione alla RAI per dire che non ci sono nelle sedi delle Pro Loco apparecchi televisivi o personal computer utilizzati come televisori, ecc…
  • Capisco perfettamente che la continua e massacrante pubblicità televisiva porta a confusione certa; ma state tranquilli che nulla troverete nelle bollette dell’energia elettrica del 2020 intestate alle Sedi Pro Loco.

 

Mario Barone
Commissione Paritetica SIAE – UNPLI