Presentato il progetto “Pro Loco Ambiente”

Ogni anno sul nostro Territorio si organizzano centinaia di feste, sagre, manifestazioni, fiere, convegni per valorizzazione le tradizioni locali, le offerte turistiche, i prodotti locali.

Queste attività, sempre più in crescita, possono avere un elevato impatto ambientale derivante dalle ragguardevoli quantità di rifiuti prodotti nelle varie manifestazioni.

Una particolare attenzione la dobbiamo avere verso piatti, posate, bicchieri… monouso in materiale plastico usa e getta che non possono essere riciclate come plastica, ma vanno gettate con l’indifferenziato.

Da questo dato di fatto l’Unpli Provincia di Novara ha elaborato un progetto rivolto agli Enti Locali ed ai soggetti organizzatori di eventi in primis alle Pro Loco che aderiscono all’UNPLI per promuovere la riduzione dei rifiuti non riciclabili monouso prodotti in occasione di fiere, sagre e feste, eventi in generale a favore di materiali compostabili.

Al progetto hanno aderito la provincia di Novara e la Scuola Superiore di Studi Universitari e di Ricerca Leonardo da Vinci arricchendo l’iniziativa con il suo know-how di conoscenza ed esperienza.

Così è nato il marchio Pro Loco Ambiente.

Il progetto ha previsto la realizzazione di materiale promozionale (logo, manifesto e tovaglietta) utilizzabile da tutti coloro che aderiscano all’iniziativa: Pro Loco, Associazioni e aziende che organizzano eventi, Enti locali e l’elaborazione di un elenco buone pratiche.

Per aderire al progetto Pro Loco Ambiente è necessario condividere e sottoscrivere i seguenti principi:

  • Applicare la regola delle 4R: Riduci, Riutilizza, Ricicla e Recupera.
  • Messa al bando di stoviglie monouso usa e getta in plastica sostituendole con stoviglie riutilizzabili o biodegradabili e quindi compostabili. Le stoviglie in materiali biodegradabili e compostabili di origine vegetale sono riferibili a due tipologie: biopolimeri (Mater-Bi, PLA) e fibre naturali (polpa di cellulosa, foglie di palma). La loro compostabilità è certificata dalle ditte produttrici UNI EN 13432: 2002 e da quanto richiesto dalla vigente normativa.
  • Utilizzo di tovaglie e tovaglioli in materiale compostabile o riciclabile.
  • Presenza di contenitori per la raccolta differenziata dei rifiuti originata dall’evento.
  • Promuovere l’informazione rivolta al pubblico per la differenziazione dei rifiuti; particolare attenzione al conferimento della bioplastica nella frazione organica.

Il progetto Pro Ambiente, aderendo alla campagna #Plasticfree lanciata dal Ministero dell’Ambiente, promuove le buone pratiche contenute in essa con altre realtà pubbliche o private del suo territorio.

Chiudi il menu

Accedi al sito