Le associazioni sportive dilettantistiche, le società sportive dilettantistiche, costituite nella forma di società di capitali (Srl , cooperative e Spa), più gli enti associativi e le Pro Loco senza scopo di lucro potranno applicare il regime forfettario se hanno incassato entrate commerciali non superiori a 400mila euro. La legge di Bilancio 2017 (articolo 1, comma 50) ha elevato, infatti, il precedente limite pari a 250mila euro.

La modifica riguarda anche associazioni bandistiche, cori amatoriali, associazioni filodrammatiche, di musica e danza popolare.