Decreto Cura Italia: disposizioni per il Terzo Settore

Le misure per contenere il rischio del propagarsi del Coronavirus hanno portato all’introduzione di alcune importanti novità. Anche il terzo settore è stato interessato dai provvedimenti emanati nel decreto “Decreto Cura Italia” del 17 marzo 2020.

Nell’Art. 35 del decreto si prorogano i termini per gli adeguamenti statutari e per l’approvazione dei bilanci di Onlus, organizzazioni di volontariato, associazioni di promozione sociale e imprese sociali
Nell’Art. 73 dello stesso decreto si applicano le semplificazioni in materia di organi collegiali.

Queste le principali novità che ci riguardano:

  1. proroga degli adeguamenti degli statuti per ODV ONLUS e APS dal 30 giugno 2020 al 31 ottobre 2020
  2. proroga anche per la scadenza per approvare bilanci e rendiconti per ODV e APS entro il 31 ottobre 2020
  3. possibilità a prescindere della natura dell’ENTE a svolgere assemblee in audio /video anche in deroga alle disposizioni statutarie
  4. sospensione delle ritenute e dei contributi previdenziali per ONLUS ODV e APS iscritte nei rispettivi registri con rinvio dei pagamenti al 31 maggio 2020

Queste le criticità che abbiamo riscontrato:

  • per tutti gli altri entri non profit (nel caso di Pro Loco non iscritte come APS) manca una specifica indicazione nel decreto e sono quindi necessari dei chiarimenti, per la proroga degli adeguamenti statutari e approvazione dei bilanci.
    Non è previsto nulla di specifico per tutti gli altri enti non profit che ad oggi non sono in possesso delle qualifiche di Odv, Aps o Onlus. Va comunque ricordato che il DPCM 8 marzo 2020 ha sospeso, almeno fino al 3 aprile 2020, tutte le manifestazioni e gli eventi, svolte in ogni luogo pubblico e privato, oltre che ogni attività convegnistica e congressuale: ciò significa che gli enti non profit diversi da Odv, Aps ed Onlus sono comunque pienamente legittimati a rinviare le assemblee a data da destinarsi.
  • per la proroga dei pagamenti, tutti gli altri Enti non profit non APS o ODV o ONLUS (quindi anche le pro loco non APS) secondo una prima interpretazione potrebbero beneficiare della proroga dei versamenti delle ritenute e dei contributi solo sino al 20 marzo, nel caso in cui siano dotate di partita Iva e quindi svolgano attività commerciale potrebbe scattare, tuttavia, il rinvio dei pagamenti al 31 maggio o in cinque rate.
  • Non è stata prorogata ulteriormente la presentazione della Certificazione Unica (C.U.), il cui termine rimane il 31 marzo 2020. Sono obbligati ad inviare telematicamente la C.U. anche gli enti non profit che nel corso del 2019 abbiano corrisposto compensi a lavoratori dipendenti e assimilati, oltre che a lavoratori autonomi (sia per prestazioni di tipo professionale che occasionale).

L’autocertificazione da utilizzare per gli spostamenti cambia ancora. Lo ha detto il capo della Polizia, Franco Gabrielli, il quale ha precisato come il nuovo modello ha l’obiettivo di contrastare ulteriormente i furbetti che sono allergici ai divieti e non rispettano le restrizioni. Si può scaricare dal sito del Ministero dell’Interno cliccando il link qui sotto.

Articolo 35

Proroga del termine per gli adeguamenti statutari e per l'approvazione dei bilanci di Onlus, organizzazioni di volontariato, associazione di promozione sociale ed imprese sociali.

DECRETO "CURA ITALIA"

Articolo 73

Semplificazioni in materia di organi collegiali. Le associazioni private non riconosciute, per tutto il periodo del'emergenza possono riunirsi in videoconferenza, anche se, nei propri statuti, non è previsto.

DECRETO "CURA ITALIA"

Immagine in evidenza messa a disposizione con licenza CC-BY-NC-SA 3.0 IT