Pubblicato nella Gazzetta Ufficiale europea il 4 maggio 2016, la normativa (UE) 2016/679, più comunemente conosciuta come GDPR, è entrata in vigore il 24 maggio 2016, ma la sua attuazione avverrà, a distanza di due anni, quindi dal 25 maggio 2018.

L’Unpli Piemonte ha deciso di far fare un analisi del regolamento per vedere in che modo potrà influenzare il comune svolgimento delle attività delle Pro Loco del Piemonte.

Le Pro Loco del Piemonte hanno bisogno di spiegazioni concrete per capire come muoversi in questo nuovo ambito e sapere se hanno disponibili tutti gli elementi per definire un corretto piano di adempimento alla nuova normativa.

Le Pro Loco dovranno proteggere i dati personali dei clienti, dei soci, dei fornitori e dei propri dipendenti rispettando i canoni di sicurezza imposti.

Il nuovo regolamento pone l’accento sul principio della trasparenza, in un’ottica di rispetto della finalità. Occorre, quindi, valutare attentamente gli scopi del trattamento, in modo da stabilire correttamente quali dati possono essere trattati e quali no (principio di essenzialità dei dati).

Con il GDPR, inoltre, i titolari del trattamento dovranno identificare la base giuridica del trattamento (ad esempio il consenso dell’interessato) e documentarla, in quanto in relazione alla base giuridica possono variare i diritti. Ad esempio, è stato rafforzato il diritto alla cancellazione nel caso di trattamenti basati su consenso.

 Scarica il manuale realizzato per le Pro Loco del Piemonte