Il decreto legislativo 105/2018 ha apportato alcune modifiche al codice del Terzo Settore

Ecco le più importanti novità introdotte dalle correzioni:

1 – Differimento del termine per l’adeguamento degli statuti per Onlus, ODV e APS, gli statuti devono essere modificati e adeguati al codice del Terzo Settore entro il 03 agosto 2019;

2 – Conferma dell’efficacia costitutiva dell’iscrizione nel Registro unico del Terzo Settore, mediante la quale è attribuita la personalità giuridica;

3 – Sospensione dell’efficacia dell’eventuale iscrizione degli enti nei registri prefettizio e regionale, finché gli enti medesimi restano iscritti nel Registro Unico;

4 – Modifica della definizione di svolgimento dell’attività di interesse generale da parte di Enti, che deve avvenire in via esclusiva o principale;

5 – Riconoscimento della facoltà di redigere, per l’anno successivo, il rendiconto di cassa anziché tenere le scritture contabili, se l’ente non ha conseguito in un anno proventi di ammontare superiore a 220.000 euro;

6 – Introduzione di una disposizione a favore dei lavoratori subordinati che svolgono il ruolo di volontari dell’Ente: a loro è riconosciuto il diritto di usufruire delle forme di flessibilità di orario di lavoro o delle turnazioni previste dai contratti o dagli accordi collettivi, compatibilmente con l’organizzazione aziendale.

Di sicuro interesse per le Pro Loco il differimento di 6 mesi (dal 03/02/2019 al 03/08/2019 per adeguamento degli statuti) e la semplificazione per quelle che hanno proventi inferiori a 220.000 che potranno, invece delle scritture contabili, tenere un rendiconto di cassa.